Tenute Aliani

Pasta & Farine

La produzione Aliani

Terreni di proprietà della famiglia da più di 60 anni sempre coltivati nel rispetto della natura. L’Azienda è costituita da circa 158 Ha di terreno seminativo con la coltivazione di grani antichi, e legumi.

Una linea di paste a residuo chimico zero prodotte con grani antichi e rari come la Saragolla Lucana possibile solo in questi territori grazie alle sue caratteristiche pedoclimatiche.

Pasta trafilata al bronzo, essiccata a bassa temperatura (massimo 30°) in 24 ore.

Unicità: Saragolla Lucana

Il grano saragolla, un grano turanico non è un cereale molto conosciuto, né molto coltivato in Italia. il grano saragolla (Triticum turgidum ssp. durum) è un’antica varietà di khorasan, è un il tipo di frumento a basso contenuto di glutine e ricco di antiossidanti e proteine.

Il grano Saragolla Lucana è stato registrato in una Reale (un territorio) solo nei comuni di Banzi, palazzo San Gervasio, Genzano e Forenza.

Solo in questi territori è possibile coltivare questo grano. Noi lo coltiviamo con passione da più di sessant’anni a Banzi, nella parte nord-orientale della provincia al confine con la parte sud-occidentale della provincia di BAT.

La storia

Questo grano fu introdotto nell’Italia centrale da popolazioni balcaniche di origine medio-orientale nel 400 d.C.: il termine saragolla , infatti, deriverebbe dal bulgaro antico, dove significava “chicco giallo”. Il declino del grano saragolla comincia alla fine del ‘700 quando le conquiste coloniali e l’incremento demografico provocano l’importazione di grani duri molto produttivi dal Nord Africa e dal Medio Oriente e questa varietà rimase la più coltivata solo nel versante adriatico del centro Italia: l’ibridazione delle spighe, messa in atto all’inizio del XX secolo, ha accentuato la sua emarginazione. Attualmente il saragolla sopravvive solo in determinate aree della Lucania. Il saragolla è un grano a ciclo precoce, duro e ambrato e presenta un fusto alto fino 180 cm. Ha la cariosside, cioè l’involucro del seme, nuda e allungata più di quella di qualunque altro frumento e la sua farina è di colore giallo intenso. In questa tipologia di pasta è presente il glutine detto “a maglia larga” altamente digeribile, adatto anche a chi ha leggere intolleranze al glutine.

Farine: il Molino

Farine molite nel molino artigianale Dibenedetto degli anni ’50.
Sia la struttura che il processo produttivo sono rimasti intatti da allora. Ciò garantisce un prodotto di qualità realizzato secondo i metodi tradizionali.

Situato nel centro di Altamura, il Molino Artigianale Dibenedetto è in attività fin dai primi anni ’50. La sua struttura, quasi completamente in legno, è rimasta intatta da allora. Anche il processo produttivo non è cambiato. Tutto ciò garantisce un prodotto di qualità realizzato secondo i metodi tradizionali.

Il piccolo opificio, a conduzione familiare, rappresenta l’unica realtà presente sul territorio per la trasformazione del grano duro e preserva la consuetudine della lavorazione per conto terzi.

Farine: i prodotti

I grani macinati sono il frutto di una rigorosa selezione. Non manca il grano biologico: il molino fa parte infatti dell’ICEA (Istituto per la certificazione Etica e Ambientale). Dalla macinazione derivano semola rimacinata, farro, farine integrali e per intolleranze alimentari.

Farine di grano Saragolla Lucana

Assapora inostri prodotti

Terreni di proprietà della famiglia da più di 60 anni sempre coltivati nel rispetto della natura. Una linea di paste a residuo chimico zero prodotte con grani antichi e rari come la Saragolla Lucana possibile solo in questi territori grazie alle sue caratteristiche pedoclimatiche. Pasta trafilata al bronzo, essiccata a bassa temperatura (massimo 30°) in 24 ore.